La varietà a pelo lungo

Come spiegato nella nostra sezione dedicata alla storia del Pastore Tedesco, il selezionatore di questa splendida razza di cani fu il capitano di cavalleria Friedrich Emil Max Von Stephanitz, verso la fine dell’Ottocento.

Il suo obiettivo era quello di ottenere un cane da lavoro resistente, equilibrato e con buona attitudine ad essere addestrato.

Per perseguire il suo scopo, egli ricorse ad alcuni ceppi di cani da pastore che vivevano in varie regioni tedesche. Le tipologie principali usate dal militare furono il pastore del Baden-Württemberg, regione confinante con l’Alsazia, il pastore della Svevia e il pastore della Turingia, nella varietà sia a pelo corto che a pelo lungo: proprio quest’ultimo è stato il “responsabile” della comparsa di esemplari a pelo lungo nel pastore tedesco!

I pastori tedeschi a pelo lungo, dopo esserne stati per lungo tempo esclusi, nel gennaio del 2011, sono stati ammessi nello standard di razza, diventando così ufficialmente una variante (peraltro molto apprezzata) ed un'alternativa interessante rispetto al classico e sempre amatissimo pastore tedesco a pelo corto.

Ecco le foto di alcuni dei nostri soggetti a pelo lungo:

Numa Dell'Emilius (Haldo di Cà San Marco x Nelly Di Casa Beggiato).

 

 

Punto Dell'Emilius (Nex Vom Osterberger-Tal x Ecate Dell'Emilius).

 

 

Queen Dell'Emilius (Nex Vom Osterberger-Tal x Ecate Dell'Emilius).

 

Quena Dell'Emilius (Nex Vom Osterberger-Tal x Ecate Dell'Emilius).

 

 

Quixa Dell'Emilius (Nex Von Osterberger-Tal x Ecate Dell'Emilius).